Venerdì 5 aprile h. 15.30 – 19.30
Sala convegni di Gallerie d’Italia Napoli, Banca Intesa. Palazzo Zevallos Stigliano, via Toledo 185.

Sabato 6 aprile h. 9.30
Sede della sezione Campania dell’Istituto Italiano dei Castelli, Castel dell’Ovo


Presentazione

L'architetto tedesco Bodo Ebhardt (Brema 1865 - Marksburg, Braubach am Rhein 1945) fu uno dei più importanti studiosi dell'architettura militare europea e restaurò numerosi castelli, dei quali il più noto è forse quello di Haut-Kœnigsbourg in Alsazia-Lorena, attualmente in Francia.
Nel 1899 ha fondato e presieduto a lungo la Deutschen Burgenvereinigung, l'associazione privata tedesca per lo studio e la tutela dei castelli, dirigendo anche Der Burgwart, la rivista dell'associazione.
Fece numerosi viaggi di studio e pubblicò approfonditi studi sistematici sui castelli europei ed in particolare su quelli tedeschi, italiani, spagnoli e francesi.
Per quanto riguarda l'Italia scrisse un libro sulle fortificazioni di Verona, Steinerne Zeugen. Wehrbauten Veronas, ma la sua opera più importante, per quanto scarsamente conosciuta, è Die Burgen Italiens, pubblicata fra il 1910 ed il 1927 a seguito di diversi viaggi di studio che lo stesso Ebhardt fece in tutta Italia. Si tratta di un’interessante pubblicazione in sei cartelle in-folio che raccoglie più di duecento tavole di fotografie e disegni oltre ad un lungo testo descrittivo dei castelli italiani e delle loro caratteristiche architettoniche e costruttive.
Scopo della giornata di studio è analizzare l’opera di Ebhardt e confrontare lo stato delle architetture e del paesaggio documentato all’inizio del XX secolo con le attuali condizioni nelle diverse regioni d’Italia, analizzando criticamente le trasformazioni subite dai castelli e dal paesaggio anche al fine di formulare proposte per una loro maggiore tutela, o eventuali interventi correttivi o di mitigazione.


Organizzazione:
Istituto Italiano dei Castelli
Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori di Napoli e Provincia
Università degli studi di Napoli “Federico II”
Università degli studi di Udine, Dipartimento Politecnico di Ingegneria e Architettura

Comitato organizzatore:
Fabio Pignatelli della Leonessa
Leonardo di Mauro
Vittorio Foramitti
Marina Fumo
Luigi Maglio

Comitato scientifico:
Vittorio Foramitti
Enrico Lusso
Leonardo di Mauro
Donatella Rita Fiorino
Marina Fumo
Damiano Iacobone
Luigi Maglio
Eugenio Magnano di S. Lio
Guglielmo Villa


Programma:

Venerdì 5 aprile h. 15.30

Saluti
Leonardo di Mauro, Presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori di Napoli e Provincia
Fabio Pignatelli della Leonessa, Presidente dell’Istituto Italiano dei Castelli

Relazioni

Vittorio Foramitti, Università degli studi di Udine, Consiglio Scientifico I.I.C.
Introduzione: Bodo Ebhardt e i castelli italiani

Marina Fumo, Università degli studi di Napoli “Federico II”, Consiglio Scientifico I.I.C.
Castelli in Campania: dallo sguardo di Ebhardt a quello dei nostri giorni

Antonella Calderazzi, Consiglio Scientifico I.I.C.
I castelli della Puglia: Trasformazioni e innovazioni da Ebhardt ai nostri giorni

Damiano Iacobone, Politecnico di Milano, Consiglio Scientifico I.I.C.
Ebhardt e i castelli lombardi

GianMaria Labaa, Consiglio Scientifico I.I.C.
Le fortificazioni in area bergamasca

Teresa Campisi, Università Kore di Enna
Bodo Ebhardt e la scuola tedesca. Contributi di conoscenza critica delle strutture fortificate della Sicilia centro-orientale.

Pausa

Ore 17.30

Patrizia Valle, Consiglio Scientifico I.I.C.
Le fortificazioni lagunari e della Terraferma veneziana nelle descrizioni di Marino Sanudo e Bodo Ebhardt

Gianni Perbellini, Consiglio Scientifico I.I.C.
I castelli veronesi

Massimiliano Righini, Consiglio Scientifico I.I.C..
I castelli emiliani sul Panaro

Francesco Saverio Mollo, Consiglio Scientifico I.I.C..
Architetture fortificate in Calabria: alcuni spunti e considerazioni dall'opera di Bodo Ebhardt

Francesco Cuteri, Accademia di Belle Arti di Catanzaro
Catanzaro, Fiumefreddo, Bruzio e Crotone. Tre castelli in cerca di futuro.

Francesca Martorano, Università Mediterranea di Reggio Calabria
I castelli di Nicastro, Monteleone e Reggio Calabria dal XX al XXI secolo

Marilisa Morrone, Circolo di Studi Storici “Le Calabrie”
Il castello-fortezza di Santa Severina da collegio scolastico a polo culturale

Vincenzo De Nittis, Deputazione di Storia Patria per la Calabria.
Il castello di Oppido in Calabria Ultra


Sabato 6 aprile h. 9.30

Guglielmo Villa, Sapienza – Università di Roma, Consiglio Scientifico I.I.C.
Ebhardt e i castelli del Lazio

Federico Bulfone Gransinigh, Università degli Studi "Gabriele d'Annunzio" di Chieti - Pescara
Ebhardt e i castelli d’Abruzzo

Enrico Lusso, Università di Torino, Consiglio Scientifico I.I.C.
I castelli dell’area subalpina

Giusi Villari, Consiglio Scientifico I.I.C.
Bodo Ebhardt: “cappelle, chiesette, chiesine e oratori” nei castelli italiani,

Domenico Taddei, Consiglio Scientifico I.I.C.
La Val d'Elsa e Bodo Ebhardt.

Simone de Fraja, Consiglio Scientifico I.I.C.
Arezzo e La Tuscia nel viaggio di Ebhardt

Giorgia Gentilini, Associazione Ricerche Fortificazioni Altomedievali, Consiglio Scientifico I.I.C.
Ebhardt e i castelli del Tirolo.