Skip to content

/

/

/

Eletto il nuovo presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano dei Castelli

Eletto il nuovo presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano dei Castelli

di

Gestione

15 Dicembre 2021
< 1 Min.

Enrico Lusso eletto all’unanimità nuovo presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano dei Castelli.

Architetto e professore associato presso l’Università degli studi di Torino, è presidente del corso di Laurea magistrale in Comunicazione Internazionale per il Turismo nonché direttore del Master di I Livello in Promozione e Organizzazione Turistico Culturale del Territorio. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, si segnalano, tra i principali ambiti di ricerca, quelli legati alle dinamiche d’uso e di trasformazione delle strutture fortificate nei secoli XII-XVI, all’organizzazione e alla sedimentazione dei tessuti urbani nel basso e tardo medioevo, all’assetto e al governo dei territori storici – con particolare attenzione ai principati territoriali subalpini e transalpini – e ai processi di occupazione e sfruttamento economico delle campagne al cadere del medioevo e nella prima età moderna.
L’elezione è avvenuta nell’ambito del CXXXVIII consiglio scientifico tenutosi per via telematica sabato 20 giugno.

Condividi sui Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Eletto il nuovo presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano dei Castelli

di

Gestione

15 Dicembre 2021
< 1 Min.

Enrico Lusso eletto all’unanimità nuovo presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Italiano dei Castelli.

Architetto e professore associato presso l’Università degli studi di Torino, è presidente del corso di Laurea magistrale in Comunicazione Internazionale per il Turismo nonché direttore del Master di I Livello in Promozione e Organizzazione Turistico Culturale del Territorio. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche, si segnalano, tra i principali ambiti di ricerca, quelli legati alle dinamiche d’uso e di trasformazione delle strutture fortificate nei secoli XII-XVI, all’organizzazione e alla sedimentazione dei tessuti urbani nel basso e tardo medioevo, all’assetto e al governo dei territori storici – con particolare attenzione ai principati territoriali subalpini e transalpini – e ai processi di occupazione e sfruttamento economico delle campagne al cadere del medioevo e nella prima età moderna.
L’elezione è avvenuta nell’ambito del CXXXVIII consiglio scientifico tenutosi per via telematica sabato 20 giugno.

Condividi sui Social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *